Crypto scammers deface Trump campaign website just before US election

Just one week before the US election, President Donald Trump’s website was briefly defaced by crypto-conspirators.

One of US President Donald Trump’s campaign websites was briefly defaced yesterday, according to an article on TechCrunch on 28 October.

Hackers were able to alter the donaldjtrump.com website, replacing the usual campaign rhetoric and solicitation of donations with the well-known FBI message „This page has been seized“.

The unknown attackers claimed to have received „top secret information“ and asked people to vote on whether to release the data. For a „no“ vote, people were asked to transfer funds to two Monero wallets.

This data is said to contain evidence discrediting Trump Bitcoin Superstar as President and linking his government to „the origin of the coronavirus“. There is no evidence that the persons involved are actually in possession of such information.

The website did not contain sensitive data, according to Tim Murtaugh, Trump’s campaign communications director. He confirmed the attack in a tweet.
Trump recently claimed that „nobody is being hacked“. Just days later, his Twitter account was hacked by a Dutch researcher who claimed he guessed the password on his fifth attempt and that it was „maga2020“.

The crypto world is watching the race for the US presidential election with interest. The question is how the results could possibly affect the Bitcoin course and other tokens.

Il macro investitore Dan Tapiero su Crypto Adoption: Economie emergenti davanti agli Stati sviluppati

Bitcoin Era e il detentore dell’oro Dan Tapiero, dice che è ancora presto per parlare di adozione diffusa di crittografia, dato che la percentuale di utenti rispetto al resto della popolazione rimane bassa. Tapiero fa le osservazioni facendo riferimento a uno studio, che pone la Nigeria in cima alla lista dei Paesi con il più alto numero di intervistati che dicono di possedere o di utilizzare la criptovaluta.

Secondo lo studio, il 32% dei nigeriani intervistati dichiara

Secondo lo studio, il 32% dei nigeriani intervistati dichiara di aver usato o posseduto delle crittocittà nel 2020, mentre in Giappone, che è l’ultimo della lista, solo il 4% dichiara di aver posseduto delle crittocittà nel 2020. L’indagine, condotta da Statista, mostra che i Paesi con economie emergenti come il Vietnam (21%) e il Sudafrica (17%) hanno più intervistati che dichiarano di aver usato o posseduto crittografie nel 2020. La Spagna (10%) è l’unico Paese sviluppato in cui la percentuale di intervistati che possiede o ha usato le crittografie raggiunge cifre a due cifre.

Negli Stati Uniti, che sembra essere il fulcro del tweet di Tapiero, la percentuale di intervistati che confermano di possedere o usare le crittografie è solo del 7%. Nel suo tweet, Tapiero, che è il co-fondatore di 10T Holdings, afferma che il mondo sta attualmente vedendo il crypto che è „ancora alla nascita di una nuova classe di asset globale“. Alcuni utenti di Twitter si sono affrettati a interrogare la metodologia dello studio e Tapeiro ammette che „ci sono paesi che appartengono a questa lista che non sono elencati“.

Ancora, un altro Twitter, Alexander Burgei insiste sul fatto che „i dati sono davvero chiari“ e che l’adozione sta già avvenendo ma „solo in paesi disfunzionali, come backup per svalutare le valute“. Mentre l’adozione sta già avvenendo in alcuni paesi, l’utente di Twitter dice che „non sarà reale finché non sarà presa dalle potenze occidentali e dalla Cina“.

„E l’inizio della fine per le banche“ e le esorta ad „adattarsi o a perire“

Nel frattempo, in un tweet precedente, Tapiero afferma che „è l’inizio della fine per le banche“ e le esorta ad „adattarsi o a perire“.

E aggiunge:

È tempo di fare perno sull’ecosistema delle risorse digitali. Il Bitcoin è il collaterale incontaminato al suo centro. Tutto il nuovo mondo sta crescendo insieme al sistema ereditario.

Le osservazioni di Tapiero vengono come fintech e le società di pagamento continuano a divorare la quota di capitalizzazione di mercato delle banche. Secondo i dati condivisi da Tapiero su Twitter, nel 2010 fintech e le società di pagamento rappresentavano solo meno del 10%. Questa cifra è cresciuta fino a raggiungere quasi il 30% della capitalizzazione di mercato.

Ci si aspetta che questa tendenza sia destinata a continuare e che le banche che non abbracceranno le tecnologie emergenti perderanno la loro influenza.

Analisi dei prezzi Bitcoin: BTC Crosses $11.5K, Qual è la prossima fermata?

Una precedente analisi pubblicata su Coinfomania ha mostrato che ottobre sarebbe stato più redditizio per Bitcoin rispetto al settembre ribassista.

Il nuovo mese è iniziato in modo piuttosto blando, dato che i prezzi hanno continuato a mostrare un’azione minima. Ma la scorsa settimana, il prezzo della BTC è passato da 11.057 a 11.389 dollari in meno di tre ore, ponendo fine ai movimenti lenti.

Dopo l’aumento del sabato, i trader hanno continuato a scambiare Bitcoin a non meno di $11.200. Un fattore responsabile dell’aumento del prezzo è stato l’azione dei trader.

Secondo il Relative Strength Index (RSI), i trader si sono dati molto da fare per acquistare Bitcoin. Questo ha portato il Bitcoin nella regione dell’ipercomprato. E come risultato, i prezzi sono migliorati. Al momento della scrittura, l’RSI si muove tra i 50 e i 60 NE.

Nel corso degli anni, la facilità d’uso e di trading del Bitcoin ha continuato a giocare un ruolo chiave nel suo prezzo. Uno degli strumenti responsabili del miglioramento della facilità d’uso del Bitcoin è il bancomat Bitcoin. Da quando è stato installato il primo ATM Bitcoin a Febbraio 2014, il numero ha continuato a crescere fino ad oggi.

Gli ATM Bitcoin sono come i normali ATM che permettono alle persone di acquistare Bitcoin con contanti o carta di debito. Alcuni di questi bancomat aiutano anche la vendita di Bitcoin.

Coinfomania ha riferito ieri che la città italiana di Bari ha dato il benvenuto al suo primo ATM Bitcoin, portando il totale dei BATM a livello globale a circa 11.000 in 71 paesi.

BTC/USD

  • Livelli di supporto chiave; $10.600, $11.200, $11.300, $11.400
  • Livelli di resistenza chiave: $11.500, $11.600, $11.700

Il marchio di 11.500 dollari è un livello di resistenza a breve termine. Si è rotta ieri, quando i prezzi hanno raggiunto i 11.690 dollari. Se sono presenti abbastanza tori, i prezzi possono raggiungere gli 11.700 dollari, rompendo il livello di resistenza di 11,7k dollari.

Al momento in cui scriviamo, i prezzi sono a 11.461 dollari. Il prezzo attuale indica che la corsa rialzista sta giungendo al termine e si prepara a testare il livello di supporto di 11.400 dollari. Se gli orsi continuano a controllare il mercato, i prezzi potrebbero rompere la resistenza di 11.200 dollari. Per ora, il livello di supporto di $10.600 è un supporto a lungo termine.

PayPal på Heels of Square kan göra Bitcoin Push: Market Leaders

Bitcoin-författaren Andy Edstrom tror att PayPal snart kan ta ett djupare steg i bitcoin.

Galaxy Digital VD Mike Novogratz instämmer.

Squares aktie har överträffat PayPal-aktierna

Vill veta mer? Gå med i vår Telegram-grupp och få handelssignaler, en gratis handelskurs och daglig kommunikation med kryptofans!

Trust Project är ett internationellt konsortium av nyhetsorganisationer som bygger standarder för transparens.

Bitcoin PayPal

Jack Dorseys betalningsföretag Square har varit förstahandlare när det gäller bitcoin. Inte bara gjorde Square möjliggör bitcoinbetalningar på Cash App, men företaget meddelade nyligen att det köpte 50 miljoner dollar i BTC för sin balansräkning . Dorseys företag har lämnat rival PayPal i dammet när det gäller bitcoin.

Andy Edstrom, författare till “Why Buy Bitcoin” och förmögenhetsansvarig på WESCAP, påpekade denna dynamik på Twitter och sa att Squares aktier har krossat PayPal-aktier. Han påpekade att en viktig skillnad mellan de två företagen är Square beslut att omfamna bitcoin.

Edstrom, som också beskriver sig själv som en „hard money-entusiast“, noterade att blockchain-pionjären Wences Casares, som utsågs till PayPal-styrelsen 2016, inte längre är listad på företagets webbplats som medlem.

Om han är utanför styrelsen kan det vara talande, enligt Edstrom, som påpekade

”Liknande faktamönster som när David Marcus lämnade Coinbase-styrelsen på grund av intressekonflikter. Facebook var på väg att lansera en krypto som kan konkurrera med Coinbase. Wences har fortfarande Xapo så det kan anses konkurrera med PayPal när PayPal lanserar #Bitcoin-produkt. ”

Nedan följer en jämförelse av hur Squares aktie har utvecklats jämfört med PayPal-aktien under de senaste tre månaderna.

Galaxy Digital CEO Mike Novogratz chimade också in. Han stöder teorin och föreslog att inte bara PayPal kommer att gå in i bitcoin utan „det kommer att bli den största nyheten för BTC 2020“ i det som redan har varit en tung nyhetscykel för den bästa kryptovalutan. .

PayPal är inte en helt främling för bitcoin. De har redan partnerskap på plats med kryptovalutautbyten som Coinbase, där användare kan göra omedelbara uttag. Men Square har varit ljusår framåt då bitcoinförsäljningen drivit försäljningen i Cash App kvartal efter kvartal .